preload

Castello di Rubbia: Il Carso secondo Natasa Cernic

Pubblicato il 12 Feb 2018 alle 22:58
Castello di Rubbia: Il Carso secondo Natasa Cernic

Natasa Cernic è una donna da cui trasudano sensibilità artistica, passione, rispetto per la natura e legame col territorio. Diplomata al conservatorio, con un nonno agricoltore e partigiano e un papà che ha reinvestito i proventi di una vita di lavoro nella ristrutturazione del vicino Castello che dà il nome all’azienda. 

La svolta arriva nel 1998. Natasa punta tutto sulle rese bassissime, la valorizzazione dei vitigni autoctoni, la viticoltura biologica e le fermentazioni spontaneee, con una vinificazione mai figlia di rigide regole ma sempre adattata all’annata. Espressioni pure del Carso e della sua mineralità, i vini dell'azienda costituiscono una delle versioni più eleganti dei macerati che hanno rilanciato la zona sulle tavole di tutti gli appassionati.

IL TERRITORIO: San Michele del Carso è uno dei luoghi storici della Grande Guerra, i cui resti sono presenti anche nella cantina di Natasa e nelle sue lunghe gallerie. Ma è anche luogo selvaggio di boschi e prati, e naturalmente di vigne. I 13 ettari vitati sono tutti nello storico vigneto Usje, fra selva e rocce, con il tipico suolo carsico ricco di ferro. Densità d’impianto a 10mila ceppi per ettaro, rese da 500 a 800 grammi per pianta per avere il massimo della qualità.

I VINI

Bianchi:

Carso Doc Malvasia Istriana: 100% Malvasia, Acciaio ed eventualmente rovere di Slavonia. Le masse sono macerate separatamente per periodi differenti, sino a 20 giorni, affinate dai 12 ai 18 mesi sui lieviti e poi assemblate in base alle esigenze dell’annata. Malolattica svolta naturalmente. Poi tanta bottiglia. Un vino di ficcante mineralità, con tanta frutta gialla e note di macchia mediterranea che ritornano al sorso.

Carso Doc Vitovska: 100% Vitovska. Acciaio ed eventualmente rovere di Slavonia. Le masse sono macerate separatamente per periodi differenti, sino a 20 giorni, affinate dai 12 ai 18 mesi sui lieviti e poi assemblate in base alle esigenze dell’annata. Malolattica svolta naturalmente. Poi tanta bottiglia. Camomilla, acacia, delicatezze floreali e spigoli mediterranei si rincorrono, supportati da una nota salmastra che mette voglia di ribere immediatamente. 

Carso Doc Malvasia Leonard: 100% Malvasia. Macerazioni sino a tre mesi, affinamento in legno di varie dimensioni e passaggi per due anni. Un anno di bottiglia. Un vino che combina struttura e piacevolezza, con frutta e spezie a rincorrersi e una deliziosa nota agrumata a donare grande freschezza. Lunghissimo il sorso.

Carso Doc Vitovska Trubar: 100% Vitovska. Macerazioni sino a tre mesi, affinamento in legno di varie dimensioni e passaggi per due anni. Un anno di bottiglia. Gesso e pietra bagnata, agrumi canditi, frutta esotica e sapidità infinita.

Rossi:

Carso Doc Terrano: 100% Terrano. Acciaio ed eventualmente rovere di Slavonia. Le masse sono macerate separatamente per periodi differenti, sino a 20 giorni, affinate dai 12 ai 18 mesi sui lieviti e poi assemblate in base alle esigenze dell’annata. Un bosco nel bicchiere: frutti di bosco, sottobosco, macchia mediterranea, freschezza al sorso e tannini presenti ma mai asciuganti. Un sorso di territorio.

Passiti:

Cadenza d’Inganno: 100% Malvasia. Uve lasciate appassire in pianta e attaccate dalla muffa nobile, 75 giorni di macerazioni, affinamento in barrique usate per 4 anni. Un vino che rivela l’animo musicale di Natasa sin dal nome, a indicare quella nota spiazzante che, come nella musica, nel vino sembra portarti altrove e non concludere dove ci si aspettava, in virtù di un residuo zuccherino basso per un vino dolce (8gr) ma ben presente per un vino secco. Fascino puro.


Commenti

Scrivi un Commento:

Articoli Recenti

Domaine Joubert e l'espressività sottovalutata del Gamay

Domaine Joubert e l'espressività sottovalutata del Gamay

22 Feb 2018 alle 09:37
Si scrive Domaine Des Marrans si legge Beva Compulsiva

Si scrive Domaine Des Marrans si legge Beva Compulsiva

21 Feb 2018 alle 11:33
La magia del Rodano di Domaine des Carabiniers

La magia del Rodano di Domaine des Carabiniers

16 Feb 2018 alle 11:44
Il Lazio che resiste: Casale Certosa

Il Lazio che resiste: Casale Certosa

7 Feb 2018 alle 11:44
Cantina Ninni: Spoleto sogna con un Diavolacciu

Cantina Ninni: Spoleto sogna con un Diavolacciu

4 Feb 2018 alle 20:01
Storie di Vite ti porta al mare (il 26 febbraio)

Storie di Vite ti porta al mare (il 26 febbraio)

30 Gen 2018 alle 16:37